Linea diretta con il sindaco
Amministrazione trasparente
Nuova modalita di fatturazione
Posta elettronica certificata
Il comune informa
Olio di Chiaramonte Gulfi
Natiblei - Programma di sviluppo rurale

Tu sei qui

Tuccio Musumeci e Pippo Pattavina inaugurano la prima stagione del nuovo Teatro Leonardo Sciascia

Incudine, Diquattro,Gurrieri

Dal 7 dicembre al 6 aprile sono sei gli spettacoli della stagione teatrale firmata da Mario Incudine, si inizia con “Filippo Mancuso e Don Lollò” scritto da Andrea Camilleri e Giuseppe Dipasquale    Pagina Facebook: @TeatroChiaramonte

Un nuovo teatro. Il primo vero teatro di Chiaramonte Gulfi sta per essere inaugurato nel modo più consono: con l’avvio di una stagione teatrale che porterà nel Sud-Est della Sicilia alcuni tra i maggiori protagonisti della scena teatrale e musicale italiana.
La notizia è già nota. Nella iblea Chiaramonte Gulfi la virtuosa Amministrazione comunale guidata dal sindaco Sebastiano Gurrieri, da sempre attento alla valorizzazione culturale di un territorio che vanta dieci musei e una pinacoteca, ha lavorato sodo in questi mesi per trasformare l’ex chiesa di San Francesco in un vero e proprio teatro. Il Teatro Leonardo Sciascia  nasce all’interno della ex Chiesa di San Francesco, negli ultimi anni adibita a sala polifunzionale. La chiesa sconsacrata oggi è stata trasformata, in poco più di quattro mesi, in un vero e proprio teatro che rispetta tutte le norme vigenti in materia: dall’accesso ai disabili alle certificazioni antincendio. Gli operai, coordinati dall’ingegnere Silvia Poidomani (responsabile unico del procedimento per conto del Comune e direttore dei lavori), stanno ultimando gli ultimi lavori di rifinitura prima che il Teatro Leonardo Sciascia venga ufficialmente consegnato alla città. All’interno del teatro sono previsti 110 posti a sedere (ma potrà contenere fino a un massimo di 150 persone), ha un palco largo 7,30 mt e profondo 8,50 mt, dispone di servizi ristrutturati e due camerini, ed è connotato dal colore blu: dal sipario alla tappezzeria delle poltrone. All’ingresso, quello che coincide con il foyer, sarà disposta la biglietteria e un guardaroba di cui potrà usufruire il pubblico.
«Sono grato a Mario Incudine e alla sua grande generosità nei confronti di Chiaramonte Gulfi – ha detto il sindaco Sebastiano Gurrieri -, un paese che sta migliorando sotto il profilo culturale grazie alla fortuna di aver conosciuto, oltre che un grande artista, anche un grande uomo che si è reso disponibile a dare una mano a un paese che ha tanto bisogno di crescere sotto tanti profili. Il Teatro Leonardo Sciascia nasce proprio grazie all’incontro con Mario Incudine, lo scorso anno in occasione di un suo concerto. In quell’occasione si è subito instaurato tra noi un rapporto di confronto e interscambio, anzitutto umano. In quell’occasione mi lanciò i primi input facendomi notare che a fronte di dieci musei, a Chiaramonte non c’era nessun teatro, necessario a questo punto, per completare l’offerta culturale del territorio. Da quel momento abbiamo portato avanti insieme l’idea del Teatro Leonardo Sciascia che oggi è una realtà, e averlo affidato a una direzione artistica di questo livello significa avere già le potenzialità per raggiungere obiettivi più ambiziosi». Per questo polmone culturale Mario Incudine ha impaginato una stagione teatrale che prevede sei appuntamenti, quasi uno al mese fino al 6 aprile, ma tutti di altissima qualità. Si parte venerdì 7 dicembre con una nuova produzione siciliana che ha registrato un grandissimo successo e una carrellata di sold out nelle 19 repliche di Catania. Si tratta di “Filippo Mancuso e Don Lollò” scritta dal grande Andrea Camilleri con Giuseppe Dipasquale (che ne firma la regia) per due mostri sacri del teatro: Tuccio Musumeci e Pippo Pattavina, i due grandi mattatori catanesi che sono tornati insieme sulle scene dopo 10 anni.
Il 18 dicembre arriva al Teatro Leonardo Sciascia “La signora delle Camelie” di Alexander Dumas figlio nella messa in scena di Matteo Tarasco, per cui firma le musiche di scena lo stesso Mario Incudine, e che vede insieme sul palco tre beniamini del pubblico televisivo: Marianella Bargilli, Ruben Rigillo e Silvio Siravo, e con loro Carlo Greco.
L’11 gennaio sarà la volta di un grande evento musicale nato sulla scia del successo della serata-tributo andata in onda su Canale 5: il concerto-spettacolo che Ron dedica a Lucio Dalla, riproponendo sul palco molti dei successi intramontabili del cantautore bolognese, arricchendo la serata con aneddoti e storie legate alla vita del cantautore a cui era legato da una profonda amicizia. Il 16 febbraio la scena sarà tutta per l’attore palermitano Paride Benassai, autore e interprete di “Sale e pepe”, un piacevole viaggio di uno spassoso e simpatico gourmet nelle viscere di una Palermo che non c’è più, per raccontare un tratto della sua identità popolare, accompagnato dalla chitarra di Marcello Mandreucci. Un mese dopo, il 16 marzo, sul palco del Teatro Sciascia salirà un altro illustre palermitano, l’attore Sergio Vespertino che proporrà il suo fortunatissimo “Fiato di madre”: uno spettacolo ad alto tasso di comicità sui “microtraumi” innescati dalle avvilenti e paradossali raccomandazioni tipiche di tutte le madri siciliane. Il 6 aprile conclude la stagione Flavio Oreglio, il cabarettista (ma anche musicista e scrittore) arrivato al grande pubblico per la sua partecipazione alla trasmissione tv Zelig dove recitava poesie surreali precedute dal tormentone «Il momento è catartico. Atmosfera, grazie». Il suo “Catartico!” è uno show che riscopre la freschezza e la modernità di un linguaggio fatto di micro poesie (epigrammi) e di aforismi che hanno segnato il costume italiano all’inizio del nuovo millennio. Oltre ai caratteristici monologhi fatti di riflessioni e pensieri rapidi, lo spettacolo propone musica e canzoni, la cifra e lo stile “musicomedian” che da sempre contraddistingue gli spettacoli di uno degli artisti considerato tra i più versatili e completi del nostro tempo.

LA STAGIONE  2018/2019

Venerdì 7 dicembre 2018
FILIPPO MANCUSO E DON LOLLO’
di Andrea Camilleri e Giuseppe Dipasquale
regia e scene Giuseppe Dipasquale
con Tuccio Musumeci e Pippo Pattavina
Margherita Mignemi, Riccardo Maria Tarci, Franz Cantalupo, Lorenza Denaro, Luciano Fioretto
costumi Sorelle Rinaldi,
musiche Matteo Musumeci,
musiche eseguite al clarinetto Gaetano Cristofaro
Luci Sergio Noè
produzione Teatro della Città

Martedì 18 dicembre 2018
LA SIGNORA DELLE CAMELIE
di Alexander Dumas fils
adattamento, scene e regia Matteo Tarasco
Con Marianella Bargilli, Ruben Rigillo, Silvio Siravo
e con Carlo Greco
costumi Accademia Costume & Moda, Roma 1964
diretta da Andrea Viotti
musiche Mario Incudine
luci Luigi Ascione
produzione Gitiesse Artisti Riuniti

Venerdì 11 gennaio 2019
RON - LUCIO A TEATRO!
Con Ron chitarre e voce
Giovanna Famulari violoncello e cori, Roberto Di Virgilio chitarre, Giuseppe Barbera pianoforte
Regia Vincenzo Incenzo
produzione Le Foglie e il Vento Edizioni Musicali, 2018

Sabato 16 febbraio 2019
SALE E PEPE
Di e con Paride Benassai
con Marcello Mandreucci alla chitarra

Sabato 16 marzo 2019
FIATO DI MADRE
Di e con Sergio Vespertino
con Pierpaolo Petta alla fisarmonica

Sabato 6 aprile 2019
CATARTICO!
Recital di e con Flavio Oreglio

INFORMAZIONI
Teatro Leonardo Sciascia
Corso Umberto – Chiaramonte Gulfi
Tutti gli spettacoli avranno inizio alle ore 20.30
Abbonamento: euro 150
Biglietto singolo: euro 30
Botteghino all’Ufficio Turismo, corso Umberto 65
tel 0932.711256 - 0932.711257
(da lunedì a venerdì ore 9-13; martedì e giovedì anche ore 15-18)